Leggere è una di quelle cose che raggiunge la sua bellezza assoluta quando con lentezza scegliamo un libro dallo scaffale, lo accarezziamo, ci sediamo in poltrona, iniziamo a sfogliarne le pagine immergendoci in un altro mondo, con lo spazio e il tempo che si dilatano.

Al giorno d’oggi la vita quotidiana è una continua corsa contro il tempo, mille cose da fare e a cui pensare: questo vale per grandi e piccini, lo sappiamo bene. Allora ‘rallentare’ è a volte necessario per riappropriarsi di un pezzettino di tempo e di spazio per sé stessi. Un tempo lento, fatto di piccole cose e piccoli momenti di serenità; uno spazio accogliente e un po’ magico dove poter godere di tutto ciò.

Ecco, uno di questi modi per ‘rallentare’ è… leggere. Che è anche sognare, fantasticare, immaginare, conoscere, riflettere, comprendere, aprire la mente

Alice Giannantoni
Titolare Favole nel bosco

Favole nel Bosco è il sogno, diventato realtà, di una ragazza che crede che se potessimo vedere il mondo con gli occhi di un bambino vedremmo la magia dovunque.

Nata a Roma 35 anni fa, da sempre convinta che non bisogna mai smettere di sognare, ha voluto dar vita a questo progetto credendo fermamente nel potere dirompente della cultura e della creatività.

Sicura che l’età è solo un numero se si resta sempre un po’ bambini.

Abbiamo bisogno di adulti che pensano e sappiano portare la bellezza nel Mondo: sono questi pensieri che hanno fatto nascere Favole nel Bosco.

L’idea di base è stata quella di creare un luogo dove il tempo possa appunto fermarsi per un po’, dove i bambini con le mamme, i papà, i nonni, gli zii, gli amici possano vivere un momento magico di condivisione e sperimentazione, un momento di serenità e crescita…per tutti.

Una piccola isoletta felice (passateci l’immagine ambiziosa) dove scegliere un libro può trasformarsi ogni volta in una nuova e divertente avventura, una caccia al tesoro alla copertina più buffa o al titolo più spiritoso, una sfida tra dinosauri e unicorni o qualunque altra cosa metta in moto la fantasia di bambini di tutte le età.

Libri ma anche giochi, che poi se ci pensate bene leggere è proprio come giocare…”facciamo che io ero…” va bene per entrambi…e allora abbiamo scelto giochi educativi e creativi così divertenti che mi raccomando Signori Adulti non rubateli ai bambini!!

E poi le attività e i laboratori, un modo per fare, creare, imparare…piccoli e grandi insieme, un momento di unione e divertimento per tornare a casa con un sorriso in più.